Si è conclusa oggi alla Stazione Leopolda la III edizione di Pdays – Mobilità e Sosta, la più importante rassegna nazionale dedicata agli operatori della sosta e della mobilità, che ha visto riuniti in un grande evento professionisti, gestori, stakeholder, pubbliche amministrazioni e industria di settore.

L’evento si è concentrato  in tre parole, che hanno fatto dal filo conduttore al programma scientifico dei lavori: “Digitalizzazione, Innovazione, Connettività”: la prima definisce come e quali devono essere gli obiettivi e le opportunità di crescita del settore; la seconda identifica le nuove idee siano lo strumento del cambiamento; la terza indica come il settore della sosta possa aprirsi e crescere nel confronto con la rete degli stakeholder, delle istituzioni e delle associazioni. 

La due giorni fiorentina è stata il primo in presenza interamente dedicato al mondo dei parcheggi dopo i vincoli imposti dalla pandemia ed è articolato in due settori: una parte espositiva, nella quale 30 aziende tra le più importanti hanno presentato le innovazioni tecnologiche che dovranno accompagnare il processo di cambiamento, con uno spazio espressamente dedicato alle startup che AIPARK ha previsto per sostenere l’innovazione. L’ampia parte dedicata ai convegni ha visto invece numerosi relatori confrontarsi sui temi di maggiore attualità: la visione delle Istituzioni, il PNNR, l’EV Charging, le piattaforme digitali, la trasformazione della città e i nuovi servizi, gli standard dei dati. 

Come ha precisato Laurence A. Bannerman, Presidente EPA – European Parking AssociationNell’ecosistema della mobilità urbana, ISO-UNI ha riconosciuto come Standard Globale gli standard dei dati elaborati dall’organizzazione Internazionale APDS (Alliance for Parking Data Standards, di cui fa parte anche AIPARK per mezzo dell’Associazione Europea EPA) che abilita il collegamento fra utenti, servizi di pagamento e mobilità, il settore automotive e il settore sosta”

Fabio Mosconi, Presidente di AIPARK e Direttore Sosta e Parcheggi di ATM di Milano, ha invece sottolineato che “Lo scenario uscito da queste due giornate di confronto dovrà diventare il fulcro per lanciare la sfida alla crescita per affrontare la transizione verso un nuovo modello di mobilità che vedrà i parcheggi, i servizi ad essi collegati e la sosta nelle aree urbane come protagonisti principali della crescita del nostro Paese. Una crescita nella direzione del cambiamento, a sua volta sostenuto da tutti gli importanti investimenti che il Governo ha lanciato con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

Pdays ha dunque rappresentato una grande opportunità di confronto e di crescita per AIPARK, che conta tra i suoi associati i più importanti player e le migliori professionalità del settore pubblico e privato sul territorio nazionale, presenti in 250 città italiane, a servizio di 22 milioni di cittadini

AIPARK si offre come importante punto di riferimento e di supporto anche per le Pubbliche Amministrazioni, che devono vedere nella sosta e nei parcheggi, per i veicoli in generale, non solo uno strumento per contribuire all’equilibrio economico dei bilanci degli Enti Locali, ma una importante leva per la pianificazione e regolazione della nuova mobilità dei centri urbani.