home / archivio news

05.01.2005 | Parcheggi.it

FIRENZE. SI È SVOLTA OGGI LA QUARTA “BEFANATA AL SINDACO”

Tanti i cittadini presenti in piazza Repubblica questa mattina per la quarta “Befanata al Sindaco”, una festa che ha fatto divertire tutti, grandi e piccini con musica, karaoke, regali per i bambini e carbone per il sindaco di Firenze.

L’iniziativa promossa dal “Partito dei Motorini” – Simis fondato nel 1997 da Jacopo Bianchi oggi consigliere comunale di Forza Italia, nell’intento di tutelare chi si muove con il mezzo privato in particolare con scooter, moto e motorino.
Un’iniziativa che continua a riscuotere un grande successo e che dimostra l’insoddisfazione dei fiorentini verso la politica di Palazzo Vecchio evidenziando i problemi reali dei cittadini relativi alla mobilità e alla vivibilità nel capoluogo toscano con particolare attenzione alle esigenze di chi si sposta ogni giorno e vive la città.
La novità dell’edizione di quest’anno è che per la prima volta “Il Partito dei Motorini” – Simis ha un suo rappresentante nelle istituzioni comunali, il suo presidente Jacopo Bianchi, eletto con Forza Italia, che promette, anche dopo la sua elezione, di proseguire anche in futuro con la stessa voglia di far sentire la voce dei cittadini.

Al termine della manifestazione la Befana ha fatto il suo dovere, portando una carriola piena di vero carbone al Sindaco. Ma quest’anno è stata ancora più generosa e ha consegnato regali anche agli assessori Matulli e Del Lungo, per la loro responsabilità riguardo alle multe da telepass e ai blocchi del traffico.

“Riteniamo – spiega Jacopo Bianchi – che le multe rilevate nelle corsie preferenziali del centro storico siano illegittime. Un altro grave problema è la mancanza di informazione. I cittadini, ad esempio, non sanno se è loro consentito l’accesso con il motorino dalle porte telematiche della Ztl.
Abbiamo fatto una prova questa mattina mostrando una foto, che poi abbiamo regalato all’assessore Matulli, di una delle porte telematiche in città. Il risultato è che le persone non capiscono se possono passare o meno perché ci sono troppi cartelli insieme. Riguardo ai blocchi del traffico – continua il presidente del Partito dei Motorini – crediamo che non facciano altro che aumentare i problemi, visto che manca un’alternativa, non certo garantita dai servizi pubblici, che sono inefficienti oltre che, alcuni molto inquinanti.
Chiediamo all’amministrazione di offrire dei contributi, come fanno altri comuni, per l’installazione dei kit che modificano la propria autovettura ad una macchina a benzina verde a una a gpl o metano e che permetterebbero di viaggiare anche durante i blocchi del traffico.
In attesa che la mobilità venga cambiata, per noi il motorino rappresenta ancora oggi la metropolitana in superficie.
Ma vorremo che le istituzioni puntassero sulle nuove tecnologie, guardando anche all’idrogeno e adeguando i mezzi pubblici”.

Tra i vari punti, inoltre, non poteva mancare la questione dei parcheggi.
Prosegue infatti la raccolta di firme - fino ad oggi ne sono state raccolte circa 25 mila – per la trasformazione dei parcheggi a pagamento in gratuito e per una maggiore disponibilità di parcheggio per le due ruote, per un miglioramento del manto stradale pieno di pericolosissimi “crateri”, per la richiesta di nuovi parcheggi, sia interni che esterni al centro storico.

La festa in piazza non ha mancato di offrire anche un momento di riflessione dedicando qualche minuto alla tragedia che ha colpito l’Indonesia scaturendo un forte applauso.