home / archivio news

28.08.2011 | Parcheggi.it

IL VIRUS DELL’ABUSIVISMO

La cronaca dell’estate 2011 sembra tratta da una crime story televisiva: sono infatti moltissime le segnalazioni che riguardano la presenza – ormai divenuta insostenibile – di parcheggiatori abusivi in pressoché tutta Italia. Non c’è distinzione tra nord e sud per i professionisti del crimine: a Bari, Roma, Milano, Viareggio, Napoli, l’allerta è altissima e numerose sono le denunce pervenute alle Forze dell’Ordine. Per lo più si tratta di gruppi organizzati di extracomunitari che hanno capito quanto sia facile fare soldi puntando sulla paura: individuano il malcapitato, lo raggiungono, gli impongono di lasciare qualche euro in cambio del permesso di parcheggiare e della custodia (se così vogliamo definirla) dell’auto, per la quale non hanno alcuna autorizzazione; in caso di rifiuto, si adoperano per distruggere la vettura a suon di calci, nella migliore delle ipotesi. Di norma le vittime scelgono di pagare pochi spiccioli per paura di ritrovarsi con centinaia di euro di danni al proprio veicolo, e ciò, purtroppo, alimenta questo fin troppo facile business. I numeri fanno riflettere: nella sola giornata del 30 luglio, a Bari, sono stati fermati sei parcheggiatori fuorilegge.
A tutti gli automobilisti è necessario ricordare che hanno il diritto e il dovere di denunciare sempre gli abusi, senza paura.
La richiesta di denaro non autorizzata, l’atteggiamento intimidatorio e il danneggiamento dell’auto sono tutti reati inscrivibili in quello di tentata estorsione, come previsto dalla Corte di Cassazione che con la sentenza n. 20072/2009 ha regolato la materia. La legalità va rispettata e promossa, tanto quanto va ricercata e garantita la sicurezza.





E.M.