Ci sono notizie che non dovrebbero fare notizia… è il caso del grande clamore destato dalle tariffe richieste per parcheggiare l’auto in alcune città; però in città d’arte; però nel centro storico; però in giorni festivi; però per molto, molto tempo!

Certo, apprendere che servono ben ottantaquattro euro per lasciare la propria auto in una struttura custodita di Napoli e potersi poi fare in tutta calma un giretto fra vicoli e lungomare può, sulle prime, fare una certa impressione; ma tutti ormai dovremmo sapere fin troppo bene che prima di formulare un giudizio riguardo a un fatto occorre tenere conto di vari dettagli. Per questo è importante sapere che stiamo parlando di una struttura situata nel cuore di una delle città d’arte di maggior richiamo in Europa, e che nel periodo natalizio una simile tariffa per 7 ore di parcheggio (non proprio una “toccata e fuga”) è certamente importante, ma non fuori mercato.

A Firenze parcheggiare l’auto per mezza giornata può arrivare a costare 72 euro, mentre a Venezia, dopo la terza ora, si può giungere a pagare 21 euro ogni sessanta minuti.

Non solo: le strutture private non hanno limiti sui prezzi applicati, ma hanno il dovere di comunicarli in maniera trasparente, per cui ogni automobilista ha la possibilità di stabilire se valga la pena di stanziare una certa cifra per qualche ora di parcheggio.

In questo senso una piattaforma aggregatrice come MyParking può essere di grande aiuto: non solo per evitare sorprese, ma anche per scegliere la struttura di parcheggio più adatta alle proprie esigenze, individuandola fra le oltre 500 dislocate presso le principali città italiane. I parcheggi aderenti al circuito si trovano tutti in zone strategiche: nei centri storici, ma anche nelle vicinanze di stazioni ferroviarie, porti e aeroporti, e per individuare quella più comoda basta compilare un form inserendo indirizzo di destinazione, data e ora di arrivo e di partenza.

Le tariffe sono indicate in modo chiaro e trasparente, e in più, se si desidera dare la priorità al risparmio basta utilizzare il filtro che ordina i parcheggi per prezzo. Occorre tenere conto, in ogni caso, che trattandosi di un servizio che fa incontrare le esigenze di gestori e automobilisti MyParking assicura a monte tariffe molto competitive presso strutture di qualità, e che queste tariffe sono tanto più contenute se si prenota e si paga il parcheggio anticipatamente, online o tramite app.

Un altro modo per giocare d’astuzia e risparmiare consiste infine nel privilegiare i parcheggi d’interscambio situati in zone periferiche della città, lasciarvi l’auto e proseguire comodamente il proprio percorso in metropolitana, bus o bicicletta. In queste aree i costi dei parcheggi sono decisamente inferiori rispetto al centro, verso il quale ci si può comunque muovere in modalità “dolce”, godendosi il percorso e con un occhio attento all’ambiente: dettaglio, quest’ultimo, di non poco conto!