home / archivio news

15.09.2015 | Parcheggi.it

L’AUTO? È CONNESSA! DOVE CELEBRARLA, SE NON A MONZA?

Si terrà in concomitanza con Smart Mobility World, l’esposizione internazionale leader europea nel campo della mobilità intelligente, e sarà a sua volta un evento unico nel suo genere in Europa: parliamo di Connected Automobiles (www.connectedautomobiles.eu), un appuntamento che rappresenta una full immersion nel mondo delle automobili connesse.

La location che ospiterà l’evento sarà la stessa che, quest’anno, accoglierà Smart Mobility World, con una scelta che più azzeccata non si potrebbe: si tratta infatti dell’Autodromo di Monza, dal 1922 tempio della velocità e centro nevralgico per lo sviluppo e l’innovazione nel settore automotive.

Connected Automobiles, alla sua seconda edizione, è un grande e articolatissimo evento, ricco di appuntamenti ed esperienze live sulla pista del celebre circuito lombardo, che richiama e riunisce le menti più brillanti nel campo di business e della tecnologia, oltre che tutti coloro che cercano quelle opportunità, trend e nuove soluzioni che stanno portando al profondo cambiamento del settore automotive.

Ma vediamo ora nel dettaglio quali saranno le principali iniziative che scandiranno questi tre giorni autunnali: la Conferenza tratterà i principali argomenti del settore; la collaborazione tra il settore automotive e gli operatori del mercato delle telecomunicazioni; e ancora, i trend nella tecnologia, i possibili modelli di business, le problematiche assicurative, i veicoli indipendenti, l’uso dei Big Data, il delicato tema di hacking&sicurezza… Senza tralasciare il punto di vista degli investitori, che vedono questo mercato come profittevole a breve e medio termine.

Durante la sessione di Pitchfire, orientata a incoraggiare le iniziative dei giovani innovatori e a metterli in contatto con gli investitori, le startup avranno l’opportunità di mostrare le loro soluzioni e idee di business a un panel di giudici formato da imprenditori e top manager.

L’Hackathon sarà invece una grande maratona di cervelli: in questa occasione gli esperti di mobilità e dell’ICT si riuniranno infatti per una sessione di software programming congiunta: un modo per progettare soluzioni e dare ai nuovi creativi del mondo tech una possibilità riguardo a un tema di forte impatto. L’Hack offre agli sviluppatori, ai progettisti e agli imprenditori la possibilità di promuovere le loro App, produrre nuove idee, formare team e costruire prototipi da mostrare ai giudici.
I vincitori dell’Hack verranno premiati proprio durante l’evento, guadagnando in questo modo visibilità e la possibilità di stringere contatti interessanti tra il pubblico variegato di SMW. Da sottolineare è poi il fatto che CA Hackathon è il primo Hack che si svolge su un circuito di Formula 1, dove tutti i team presenti possono dare vita a ciò che hanno sperimentato e mettere in atto delle dimostrazioni live utilizzando le connected cars disponibili in pista. Alcuni tra gli ospiti dell’evento, guru del settore e sponsor svolgeranno il ruolo di giudici o mentori.

Non mancherà durante l’appuntamento di Monza neanche il CA Award, una competizione pensata per gli sviluppatori, con la finalità di promuovere l’innovazione e l’eccellenza dei servizi mobile dedicati a connected cars e guida intelligente. Qualsiasi azienda, startup, business o persona presente alla sfida potrà presentare ciò che ha creato, si tratti di una App o di un servizio. Saranno diverse le categorie che verranno premiate: App dell’anno, Progetto dell’anno, Startup dell’anno, Digital Leader dell’anno.

Di assoluto rilievo saranno, naturalmente,l’Esposizione e la Live Experience, rese ancor più interessanti dalla storica e fascinosa cornice; qui, in tutta l’area paddock, verranno ospitate le più recenti innovazioni nel settore Smart Mobilità, con la possibilità di testare direttamente le connected cars presenti sul mercato.

Da segnalare infine il Matchmaking, in programma nell’ambito dell’evento Smart Mobility World; si concretizzerà come una serie d’incontri one-to-one tra aziende, centri di ricerca e università. I partecipanti potranno incontrare professionisti ed esperti non solo per scambi tecnologici e commerciali, ma anche per acquisire potenziali partner con i quali collaborare nel settore nella mobility europea.